Giallo e Rosa

Giallo e Rosa

Il mio racconto Giallo e Rosa, che parla di Mortadella, vino Pignoletto e… Amore, si è classificato 1° ex aequo con quello di Marinella Giuni, alla seconda edizione del concorso letterario C’era una volta e c’è… una Regina rosa organizzato dalla Edizioni del Loggione nell’ambito della manifestazione Mortadella, Please che si tiene dal 2007 nel Comune di Zola Predosa (BO).

Il premio consegnato dall’Assessora comunale a: Lavoro, Attività Produttive e di Commercio. e Tutela degli Animali, Sig.a Norma Bai.

In attesa del libro eBook che sarà disponibile a breve presso la Edizioni del Loggione, ascoltate la lettura del mio racconto. La registrazione, effettuata con una macchinetta d’altri tempi, non rende giustizia alla bravissima attrice.

Rosa e giallo (Primi due paragrafi)

Il cameriere mi sta versando una generosa dose di Pignoletto spumante. Colgo, nel calice, delle sfumature giallo paglierino che, nel movimento, mandano riflessi verdognoli. In questo mezzogiorno d’estate, richiamano le tracce luminose che il sole incide nelle vigne adagiate sui pendii delle colline intorno. Le note di frutti bianchi e di biancospino, che fluiscono dal bicchiere, si sposano perfettamente con il profumo speziato della mortadella, tagliata a tocchetti, che mi era già stata premurosamente servita.
Il rosa tenue e il bianco dei grassetti del salume, uniti ai colori del vino, compongono una tavolozza di tinte pastello che diventano lenti interposte tra i miei occhi e i ricordi che arrivano, ospiti obbligati, per celebrare questa ricorrenza. Come le madeleine di Proust, la mortadella diventa, in questo anniversario che festeggio insieme al tuo ricordo, la chiave per aprire il cassetto della memoria. Non passa, ma ci si abitua, recitava un saggio proverbio popolare.