Zuppa inglese

La strepitosa Zuppa Inglese che prepara mia moglie Adele

Zuppa Inglese

Zuppa Inglese

Questa versione della Zuppa inglese differisce da quella classica perché si tratta di un dolce più “bagnato” e con il gusto molto virato sul cioccolato. Se preferite che si senta meno, vi consiglio di variarne le proporzioni (praticamente di tenere un rapporto di due a uno a favore della crema gialla). Nella tradizione bolognese si tende a preparare un’unica crema con prevalenza di tuorli che poi si divide in due parti mescolando in una sola il cacao. Mia moglie ne prepara due con modalità differenti e quella al cioccolato è particolarmente gustosa e, ripeto, prevale su quella gialla. Noi la preferiamo così. 

Alcune informazioni dalla sempre utilissima Wikipedia

La zuppa inglese è un dolce al cucchiaio, simile al tiramisù. È un dolce antico di secoli, che appare nella cucina della zona di Bologna, Parma, Modena, Forlì, Ferrara, Ravenna e Reggio Emilia nell’Ottocento, a base di pan di Spagna, imbevuto in liquori quali l’alchermes e il rosolio, e crema pasticcera.

Sebbene la sua origine non sia certa, la sua denominazione tradisce la derivazione dalla ricca e creativa cucina inglese del periodo elisabettiano. Originalmente composta di una base di pasta morbida lievitata, intrisa di vino dolce (infusi, poi madeira, porto o simili) arricchita di pezzetti di frutta, o frutti di bosco, e coperta da crema pasticcera custard e panna o crema di latte, double cream, il trifle sembra fosse un modo di recuperare gli avanzi dei ricchi pasti dell’epoca. La preparazione, così come la conosciamo oggi, fa la sua comparsa nel modenese verso la prima metà dell’Ottocento.

Zuppa Inglese.

Zuppa Inglese.

Ingredienti per la crema gialla

– Farina 40 gr.
– Zucchero 175 gr.
– Uova 2 intere.
– Latte 500 gr.
– Buccia grattugiata di 1 limone.

Ingredienti per la crema al cioccolato

– Farina 2 cucchiai.
– Zucchero 100 gr.
– Burro 100 gr.
– Latte 500 gr.
– Cacao amaro in polvere 100 gr.

Altri ingredienti

Dosi per preparare un dolce sufficiente per 10 / 12 porzioni.

– Biscotti savoiardi 250 gr.
– Liquore alchermes QB.

Preparazione della crema gialla

Scaldare il latte insieme alla buccia grattugiata del limone. In un altro tegame di acciaio mescolare le due uova, la farina e lo zucchero e poi aggiungere, fuori dal fuoco, il latte precedentemente riscaldato ma non portato all’ebollizione mescolando accuratamente per non far formare grumi. Mettere il tegame sul fuoco moderato e sempre mescolando portare all’ebollizione che va mantenuta per tre minuti. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare

Preparazione della crema al cioccolato

Scaldare metà latte senza far bollire. Intanto in un altro tegame di acciaio a fuoco basso far sciogliere il burro e poi aggiungere, mescolando accuratamente e fuori dal fuoco, lo zucchero, il cacao e la farina amalgamando con l’altra metà del latte freddo. Poi aggiungere il latte caldo e rimettere sul fuoco basso. Sempre mescolando portare a ebollizione che deve essere mantenuta per tre minuti. Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.

Preparazione della Zuppa inglese

Prendere un contenitore adatto alla presentazione in tavola e di dimensioni adeguate a contenere il litro di creme, i biscotti e il volume degli altri ingredienti. Foderare il fondo e le pareti con i savoiardi imbevuti nell’Alchermes (allungato nell’acqua nelle proporzioni che desiderate se volete ridurne il grado alcolico). Depositate la crema gialla sul fondo, formate un altro strato di savoiardi imbevuti e ricoprire il tutto con la crema al cioccolato.

Servizio

Mettere in frigorifero (non nel congelatore) e servire dopo qualche ora.

Varianti

Come ho già scritto nelle note iniziali, potete variare la proporzione delle creme perché questa ricetta è per una versione molto cioccolatosa. Regolate la quantità di liquore Alchermes a seconda del gusto di chi dovrà consumare il dolce. Per i bambini usate una miscela di acqua, zucchero e sciroppo a piacere con esclusione dell’alcool. I biscotti savoiardi di pasticceria assicurano un miglior risultato. Si possono usare anche ciambelle morbide, pan di spagna e altro. Da provare, la consiglio, la versione natalizia preparata utilizzando Pandoro o Panettone.

Cosa bere

Trattandosi di un dolce liquoroso non ha bisogno di bevande, ma di tradizione  può essere accompagnata dal Lambrusco Amabile.