Chi sono

Chi sono 2008Provo a riassumervi i fatti salienti di questi miei primi 69 anni.

Nasco a Bologna il quattro dicembre 1948 da Rosa e da Gennaro. Mi aspettava già una sorella: Floriana. Nel 1963, dopo la licenza media inferiore, provo a far contento il papà, valente violinista, dedicandomi allo studio del pianoforte. Frequento il conservatorio di musica fino al 1968 quando, un giorno, mi sveglio con l’illuminazione di non avere nessuna attitudine musicale.

Gironzolando dalle parti del distretto militare, dovendo partire per la ferma obbligatoria, noto un luminoso e attraente manifesto postato dal mio angelo custode: in chiare lettere l’Esercito Italiano bandiva un concorso per 25 sottufficiali piloti di elicottero. Concorro, vinco e firmo. Ma nel 1971 capisco di aver raggiunto il massimo di vita militare possibile e mi congedo. Mentre ragiono sul futuro, vinco un concorso per aiuto macchinista nelle Ferrovie dello Stato (i trenini sono stati e sono una delle mie passioni, ma non ho vinto perché conoscevo i Märklin). Nel frattempo risponde alla mia richiesta di lavoro una compagnia elicotteristica di Vanzaghello (nel 1971 i piloti di elicottero erano quattro gatti), la Elitaliana.

Lascio con qualche lacrima il lavoro che mi attendeva in ferrovia (spalatore di carbone nelle storiche locomotive Gr 851 che erano in sevizio allora nello scalo merci di Bologna) e il primo gennaio 1972 inizio la mia carriera di pilota civile. Nel maggio di quell’anno m’incammino anche per la via del matrimonio, sposando Adele. Conseguentemente nel marzo 1974 nasce Simone. Negli ultimi vent’anni opero, in aggiunta al pilotare, anche come consulente aeronautico per un’ampia gamma di aspetti tecnici e burocratici. Lascio l’attività di pilotaggio nel 2011, con più di quindicimila ore volate su una quindicina di tipi di elicottero.

Nel 2012 inizio la mia second life frequentando corsi di scrittura creativa tenuti da un autore italiano di buon successo. A oggi sono stati pubblicati, da case editrici o direttamente come self-publishing, nove racconti, due romanzi e una silloge contenente cento poesie. Sei racconti sono stati selezionati come finalisti in concorsi; un aforisma ha ricevuto un secondo premio e un altro è stato selezionato per una finale; le poesie hanno ricevuto un primo , un secondo  e un quarto premio mentre gli haiku hanno guadagnato un terzo posto; altre poesie e altri haiku sono stati selezionati per delle finali o per essere inseriti in antologie. 

Mi piace scrivere e pitturare, leggere e andare per mostre, ascoltare musica classica, jazz e leggera, scoprire trattorie, volare, chiacchierare, guardare la televisione, sfogliare i giornali, fare progetti, stare con gli amici, la montagna, il mare, le città d’arte, i vigneti di collina, i cani, i gatti, i film di fantascienza e… mi piace moltissimo l’amore.